13 marzo. Biblioteca Santuario di San Antonio – 20:00

La proposta musicale di Livio Gianola è personalissima e in linea con il suo percorso artistico.
Dotato di una portentosa tecnica chitarristica, da diversi anni, questo musicista affascina il pubblico internazionale con le sue opere originali, contraddistinte da raffinate armonie e da melodie accattivanti.
I suoi concerti sono caratterizzati da brani di una creatività musicale unica, visto che nell’eseguire le sue composizioni mostra come alle atmosfere tipiche del flamenco si possano aggiungere colori, stili e forme sonore differenti – risultato di un background di enorme spessore artistico.
Ne nasce un vero e proprio tocco d’italianità in un contesto di solito identificato come esclusivo dell’ambito spagnolo, tanto da rendere il compositore, al giorno d’oggi, l’ideale ambasciatore e trait d’union fra le due culture.

Un musicista in possesso di un bagaglio tecnico e culturale che lo ha portato a sviluppare uno stile personalissimo e unico. Aspetto che, nel tempo, gli ha fatto guadagnare l’ammirazione e la stima dei più grandi artisti flamenco: dal chitarrista Paco de Lucia al ballerino e coreografo Antonio Canales, tanto per menzionarne alcuni.